Home Studio ai tempi del COVID 19

Video Aziendali e Voice Over

Rivolgersi ad un doppiatore fornito di home studio può essere molto utile in questi tempi di pandemia. Il lavoro da casa sta diventando un punto centrale per lo sviluppo della società, e anche nel mondo dei voice over e degli spot pubblicitari può essere utile rivolgersi a chi può gestire interamente la lavorazione da casa.

Anzitutto, il contatto è diretto, quindi il cliente può in qualunque caso intervenire sulla lavorazione, se non addirittura assistere live alla lavorazione in corso, proponendo le sue intenzioni e permettendo quindi la creazione di un prodotto su misura e che lasci soddisfatte tutte le parti coinvolte. La velocità e l’immediatezza del feedback possono incidere notevolmente sul prodotto finale, un prodotto audio di alta qualità pronto in pochi giorni dall’ingaggio. Puoi vedere una lavorazione commissionata e prodotta in 24 ore cliccando qui.

Un altro grande vantaggio di rivolgersi ad un doppiatore autonomo è il risparmio. Oltre alle tempistiche infatti, il costo del prodotto sarà inferiore rispetto a quanto verrebbe a costare se ci si rivolgesse ad una agenzia o una società, semplicemente per il fatto che la macchina organizzativa è composta da un solo lavoratore e non dall’intera squadra di fornitore, fonico, doppiatore, segretaria etc. Il lavoro creativo è interamente dettato dalla bravura dell’attore/doppiatore e dalle volontà del cliente, provare per credere!

Usare la voce: le varie proposte

La voce può essere usata per progetti differenti, ognuno dei quali ovviamente richiede competenze e tecniche leggermente diverse tra di loro. C’è molta differenza tra una pubblicità ed un voice over, scavando a fondo c’è differenza persino nella pubblicità televisiva ed uno spot radiofonico, e così via.

Voglio proporti allora qualche esempio per farti capire la differenza e l’usabilità della voce proprio come fosse uno strumento musicale. Le sfumature, sebbene sottili, portano una notevole differenza nel prodotto finale; così utilizzare la voce in un certo modo si presterà di più alla lettura di un libro, mentre “portare” la voce in un certo modo sarà più adeguato ad un doppiaggio documentaristico, tenere alto il ritmo stringendo le pause tra le varie proposizioni sarà più adeguato per un talk sportivo, impostare la voce in un certo modo risulterà vincente per un programma radiofonico e così via.

Tutto sta nel saper scegliere il colore giusto e saperlo adattare alla situazione. Nella sezione demo troverai alcuni esempi più specifici sui colori della mia voce.

La pubblicità.
L’audiolibro.
L’intervista radio.
L’image ramp radiofonico.
La cronaca sportiva.